News



Il Consorzio Generale di bonifica Volturno porta a termine con successo la stagione irrigua nonostante la siccità e il caldo eccezionale

Per il Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno la stagione irrigua 2022 nelle aree comprese tra il basso Volturno e il Garigliano volge al termine, e il Consorzio è sul punto di definire i consuntivi di una stagione caratterizzata da una forte carenza di piogge, nonostante la quale è riuscito a derivare 62 milioni di metri cubi d’acqua, servendo le colture irrigue specializzate delle piane del Volturno e del Garigliano per complessivi 19.000 ettari.

Nel periodo da aprile fino ad agosto l’apporto meteorico è stato minimo. Poco più di150 mm di pioggia a partire dal mese di marzo di cui 100 nel mese di agosto a stagione ormai finita per molte colture. Inoltre, le temperature sopra la media del periodo verificatesi in luglio, hanno significativamente incrementato la domanda di acqua ad uso irriguo.

Le strutture del Consorzio, e il perseverante lavoro del personale consortile già dal mese di aprile, hanno reso possibile distribuire oltre 22 milioni di metri cubi d’acqua consegnati alle migliaia aziende agricole della pianura del basso Volturno, in un comprensorio irriguo che si estende per oltre 13.400 ettari serviti.

Inoltre, in sinistra del fiume Garigliano, durante la stagione irrigua 2022, il servizio è stato assicurato nel comprensorio ex Aurunco su una superficie complessiva di ha 5.600. I volumi di acqua prelevati ad uso irriguo, sulla traversa di Suio gestita dall’Enel, sono pari a circa 40 milioni di metri cubi.



Volturno sbarrato dalla Traversa di derivazione irrigua a Capua.JPG